Home » Blog » Impresa digitale » Impresa digitale: 10 caratteristiche distintive

Impresa digitale: 10 caratteristiche distintive

impresa digitale

Nel webinar “Impresa digitale & Natura” abbiamo affrontato il tema dell’impresa digitale. Che cos’è, come si configura, in cosa è diversa dall’impresa tradizionale, che tipo di modello di business è e perché ben si sposa con le aspirazioni di chi vuole equilibrare i contenuti della propria vita (relazioni, successi, doveri, piaceri etc.). Abbiamo anche capito che cosa non è e perché viene facilmente fraintesa con gli strumenti o le tecniche di vendita.

Mettiamo a fuoco le realtà

Ho preparato per te, che non hai potuto iscriverti all’evento, un riassunto conciso sulle 10 caratteristiche distintive dell’impresa digitale.

  1. E’ un’impresa a tutti gli effetti. Vanno quindi considerati investimenti, costi di gestione, costi del personale/collaboratori, margine, utili.
  2. E’ svincolata dalla sede operativa fissa, che tradizionalmente conosciamo, perché la quasi totalità delle attività si svolge online.
  3. Contempla gli incassi scalari, che si possono raggiungere attraverso l’unione di visione, progettazione, costanza, impegno, responsabilità e amore.
  4. I clienti sono autonomi nella fruizione del servizio.
  5. Il servizio clienti è a disposizione online.
  6. La presenza fisica del titolare non è obbligatoria tutti i giorni con gli orari canonici dell’ufficio ma viene stabilita l’eventualità sulla base di scelte strategiche connesse con i servizi offerti.
  7. La creatività ed espressività è ampiamente ammessa purché sia coerente con il piano strategico.
  8. Gli incassi avvengono nel momento esatto in cui la persona acquista, non ci sono preventivi, possono esistere rate programmate e la fatturazione elettronica è connessa al software gestionale del sito e dei pagamenti. Non c’è, quindi, il rischio di mancato pagamento. Si incassa tutto in anticipo altrimenti il servizio o il prodotto non viene erogato.
  9. Non serve una batteria di commerciali che gira il mondo per procacciare vendite. Le vendite arrivano dai funnel via web, da ovunque nel mondo.
  10. Le responsabilità della gestione dei dati è sempre del titolare dell’impresa.

In cosa l’impresa digitale è diversa dal network marketing

Impresa digitale NON è network marketing e non lo è perché:

  1. Non esistono gerarchie nella strutturazione dei guadagni. Il titolare dell’impresa incassa e poi paga fornitori o dipendenti digitali.
  2. I sistemi di affiliazione esistono ma ogni affiliato guadagna la sua percentuale sul venduto ma non guadagna percentuali del venduto del collega.
  3. Il titolare è proprietario del suo sito personale inteso come proprietario del dominio, dello spazio di hosting, dei pluging installati, della policy privacy ed è responsabile in prima persona (nel network marketing hai landing page a disposizione di cui non possiedi il dominio indipendente rispetto all’azienda madre. L’azienda madre non è tua ma appartiene a qualcun altro. Quindi la tua attività non è d’impresa ma solo commerciale).
  4. Il titolare sceglie le attività di responsabilità sociale d’impresa e di beneficenza; nel network marketing sponsorizzi quelle del titolare dell’impresa per cui vendi i prodotti ma non sei tu che scegli alcunché al riguardo.
  5. Il titolare sceglie il visual, l’eventuale merchandising, ha un impatto diretto sullo stile comunicativo e nella preparazione dei materiali perché il suo contenuto è il contenuto prioritario e non demandabile; nel network marketing ricevi materiali grafici preparati da altri sui quali non hai alcun potere di veto, sia che vadano bene, sia che tu li ritenga mancanti di qualcosa.
  6. Il titolare incassa tutto, non una percentuale sul venduto.

Perché sottolineare le differenze fra impresa digitale e network marketing?

Perché c’è tanta confusione in rete e c’è tanto uso improprio dei termini.

Le persone stesse si “raccontano” di avere un’impresa quando hanno un’attività di commercializzazione digitale basata sul B2P per la vendita di prodotti che appartengono a terzi (che è diverso dall’impresa commerciale digitale proprietaria, dove tu studi, credi, testi i prodotti o i servizi e li migliori strada facendo).

Il network marketing rende flessibile il concetto di lavoro dipendente e regala alla persona la sensazione di maggiore autonomia e controllo sulla propria vita senza l’onere delle responsabilità vere del fare impresa (fiscalità complessiva multinazionale, norme antiriciclaggio, gestione dati e mille mila altre “rogne” che, invece, il titolare vero deve affrontare).

Sono sottigliezze, forse, però vanno a delineare i contesti in cui ci si muove, come si comunica, i risultati che si ottengono (che possono benissimo essere elevati e soddisfacenti in ambo i casi, solo le dinamiche sono diverse).

Basti pensare al guadagno e alle responsabilità del lavoro: un networker guadagna una percentuale sul venduto, non il complessivo del venduto eppure dice “ho una mia attività” intesa come “ho una mia impresa”, quando non è così. Il titolare di un’impresa digitale guadagna il 100% di quanto vende grazie al suo brand, non una porzione e le sue entrate dipendono dai prodotti digitali venduti.

Dove sta la confusione? Sta nel fatto che si utilizzano gli stessi strumenti per costruire fatturato (e-commerce, Facebook, Instagram) per sviluppare una reputazione, per affiancare al proprio nome un’ecosistema di significati e sensazioni che porteranno poi il potenziale cliente a sceglierci.

Ti consiglio questi libri per continuare la tua formazione sull’impresa digitale perché più sei consapevole, più riuscirai ad ottenere i tuoi meritati risultati: