Home » Blog » Portfolio » PORTFOLIO – Di tutto un pò, Katia Zuccato, Alimentari a KM0, Variano

PORTFOLIO – Di tutto un pò, Katia Zuccato, Alimentari a KM0, Variano

di tutto un po

L’alimentari Di tutto un pò di Katia Zuccato è un piccolo negozio di paese dove vengono vendute proposte alimentari anche a km zero. In realtà Di tutto un pò è un crogiuolo di esperienze. Prima del lockdown, Katia era il punto di ascolto per tante persone. Durante il lockdown, Di tutto un pò è stato il punto di riferimento per la spesa su ordinazione, a domicilio e a km zero.

Katia lavora da sola, segue gli ordini, il negozio, le consegne e le relazioni con clienti, fornitori e territorio. E’ straordinaria nel suo amare il paese, il servizio che offre e le persone di cui si prende cura attraverso l’alimentari. La sua missione è esserci per Variano e portare accudimento affettuoso e gioioso alle persone che lo abitano. Variano è un paesino piccolissimo, con pochissime attività commerciali e tanti bar e un’edilizia ancora molto rurale, contorniata da molta campagna coltivata a granoturco e maggese.

Insieme abbiamo fatto un percorso per avvicinare sempre più persone al suo negozio, tenendo in considerazione la sua posizione, la vicinanza pressante della GDO.

Metterci la faccia: i video su Facebook

Quando abbiamo iniziato il nostro percorso, il negozio, ubicato in centro al paese, era penalizzato dai lavori al manto stradale, che bloccavano da mesi l’afflusso della clientela. La situazione era economicamente drammatica per lei. Mancava il parcheggio davanti al negozio e questo scoraggiava la clientela. C’erano diverse fatiche complessive, che andavano ad inficiare la resa dell’alimentari. Quindi l’obiettivo era come soddisfare la clientela di sempre e quella di passaggio (gli operai) e spiegare alle persone come raggiungere il negozio oltre al lavori stradali.

Abbiamo realizzato questo video: nel giro di poco è partita la viralità

Abbiamo anche ragionato sulle offerte appetibili per gli operai. Katia ha stretto collaborazioni con la vicina pizzeria e altre attività di zona per poter garantire, tutti insieme, i pasti rapidi o caldi a queste persone. Lei forniva gli alimenti o vendeva i prodotti altrui e gli altri collaboravano in ugual maniera verso di lei, invitando le persone a fare la spesa nel suo negozio. La chiave è stata individuare il meccanismo win-win che ha fatto ripartire le vendite. Facebook è stato quell’ in più che ha mantenuto e coltivato le relazioni, iniziando a scaldare quei contatti freddi con la curiosità prima, l’ammirazione poi e la decisione, infine.

Storytelling di paese: raccontare l’amore anche se si è piccolissimi

Katia Zuccato ha continuato a portare la sua visione rispetto al come si gestisce un alimentari e a come si sta nella comunità utilizzando la pagina e il profilo personale Facebook. Il lavoro realizzato insieme ha dato i suoi frutti durante il lockdown: lei era già entrata nella memoria delle persone. Ora che c’era un effettivo bisogno, Katia è stata bravissima nel cogliere al volo l’esigenza concreta della comunità vincendo “a mani basse e piene” sulla concorrenza GDO grazie alla relazione. Lei, non solo portava a casa la spesa e preparava le borse spesa per il ritiro ma coltivava la relazione uno ad uno. I clienti non erano più clienti: erano e sono persone di cui lei si ricorda, uno ad uno, e che tutela, coccola, ama attraverso il suo lavoro.

Katia ha imparato a raccontare il suo impegno mostrando i momenti: la gente ha visto le sue alzatacce costanti all’alba per rifornirsi di verdure e frutta di stagione in modo tale che, alle 07:00, quando il negozio apre i battenti, il primo cliente già può scegliere alimenti di qualità.

La comunità ha visto il suo dinamismo nel dare voce e spazi gratuiti agli artisti locali e paesani, scrittori, musicisti, pittori. Si è prestata nello stare insieme, creare iniziative di valorizzazione comune del commercio e questo conta. Conta in un paese piccolo, conta in una comunità locale e conta anche su Facebook. Dove gli sconosciuti vedono, seguono per anni e, quando arriva il momento giusto, scelgono dove comprare.

Di tutto un pò di Katia Zuccato non ha grossi strumenti di marketing digitale: tutto quello che si muove, si muove dall’energia di Katia e dalle P.R.. Facebook è un’aggiunta, un megafono per far riverberare questo impegno, questa abnegazione e devozione totale per Variano.