Home » Blog » Impresa digitale » Cremazione di animali d’affezione: come promuoversi e distinguersi

Cremazione di animali d’affezione: come promuoversi e distinguersi

  • di
cremazione animali d'affezione cani gatti

Il settore della cremazione degli animali d’affezione è uno dei nuovi mercati emergenti nel mondo del pet ed è un settore che vale più di 15 milioni l’anno. In Italia, il mercato del pet non conosce crisi e questo perché la considerazione dei cani e dei gatti è cresciuta all’interno della famiglia. Gli animali, vissuti come familiari, attirano attenzioni ed interessi d’acquisto verso beni e servizi in tutte le loro fasce d’età. In Italia, nel 2018, c’erano oltre 32 milioni di animali di affezione e ora si ipotizza quasi il raddoppio di questa cifra, circa 53 ogni 100 abitanti (Fonte: Business Insider Italia) . I cani e gatti, considerati al pari di un membro della famiglia, oltre ad avere esigenze specifiche in vita (alimentazione, salute, movimento, socialità), hanno bisogni importanti anche nel fine vita e nel trapasso. E le loro famiglie hanno esigenze altrettanto importanti per l’accompagnamento nella malattia e nel lutto.

A fronte di questi dati, va considerato che avviare un’attività di questo genere implica l’essere soggetti a normative nazionali e regionali, permessi comunali e della ASL, costi aziendali d’avvio importanti (a partire da 100.000€). Per avviare un’impresa di cremazione, infatti, serve un capannone adatto, l’acquisto di forni idonei, che si sviluppano in altezza e la presenza di ambienti per l’accoglienza dei familiari.

Tuttavia, se si intrecciano i dati, in base alla zona di riferimento prescelta, è possibile avere un ritorno dell’investimento in tempi accettabili, se si considera che una cremazione ha un costo medio di 300,00€ circa e che, nello stesso ciclo, si possono cremare più animali contemporaneamente, a seconda delle scelte che le famiglie effettueranno in quel momento. Quindi ogni ora di operatività del forno potrebbe generare introiti multipli se contemporaneamente vengono cremati più animali di dimensioni piccole e medie (le famiglie possono scegliere la tipologia di cremazione). Non solo, le ceneri possono essere non consegnate, consegnate per la dispersione oppure consegnate custodite in urne apposite o sintetizzate in nuova gioielleria. Tutte opportunità in più per rendere un buon servizio e, allo stesso tempo, ampliare le occasioni di guadagno.

Ora, se questi servizi sono ancora poco diffusi, se c’è una domanda in crescita, se i beneficiari del servizio non mancano, serve lo stesso fare pubblicità?

Valori, etica e amore per gli animali

Gli animali d’affezione possono ricevere sepoltura nei cimiteri, nei propri giardini e cremati. A seconda della dimensione e della causa del decesso, la scelta della cremazione sta diventando la più consigliata. Quando scelsi di cremare Mercurio, mi rivolsi ad una società friulana che aveva delle specifiche caratteristiche in linea con i miei valori e con la dignità e il rispetto che volevo garantire al mio amato cane. Non ho prestato attenzione alla pagina Facebook o ad Instagram, quelli sono venuti dopo. Scelsi in autonomia rispetto al veterinario di fiducia perché l’idea di lasciare Mercurio in un frigorifero nell’attesa di capire come muovermi, mi sembrava di mancargli di rispetto e di fargli del male. E’ per questo che, quando ho dovuto procedere con l’eutanasia, avevo già deciso a chi rivolgermi dopo. Per me è stato un bisogno d’amore prima ancora che pratico. Mi sembrava di abbandonarlo, se non gli avessi garantito subito una degna sepoltura. Non potevo permettermelo.

La prima cosa che ho considerato nella fase decisionale è stata la facilità di accesso ai contatti in Google, l’effettiva risposta immediata al mio bisogno urgente, la disponibilità verbale accogliente della persona con cui ho parlato e la sincerità nella com-partecipazione al mio momento. Certo, per loro era business ma per me era un lutto.

Come cliente, sono stata trattata con grande rispetto, tenendo in grande conto l’amore che provavo (e provo) verso Mercurio. Mentre attendevo la cremazione, conoscere i valori e il perché profondo alla base di quest’azienda, mi ha portato alla conferma di aver fatto una buona scelta. Ma questo, in maniera immediata anche se poco consapevole, era già passato dai contenuti del sito web. Avevo capito le scelte per rispettare l’ambiente, la cura per la persona e il suo dolore (è presente anche un servizio di supporto psicologico) e la disponibilità nel trovargli la nuova “casa” conforme all’animale che era.

Quindi, a livello di comunicazione, il buono già presente era questo:

  • Annunci ADS in Google per arrivare esattamente con le parole chiave importanti e geolocalizzate
  • Sito web indicizzato in Google
  • Blog indicizzato in Google
  • Geo Mappa indicizzata
  • Contatto WhatsApp funzionante
  • Attenzione al primo contatto telefonico (lato verbale)
  • Cura dell’accoglienza (para verbale)
  • Rispetto nel recupero della salma e grandissimo senso del confine verso il mio stato emotivo nel momento in cui ho scelto di aiutare l’addetto a caricare Mercurio nel furgone che lo avrebbe portato in una cella frigorifera in attesa della cremazione

Sembrerebbe tutto già ottimale ed ogni “spazio” web preso da questo brand. Ma se tu stessi aprendo ora, cosa potresti fare di più o di diverso per competere in Google verso le stesse parole chiave e per essere scelto da clienti in target?

Capire le esigenze del cliente in target

Le famiglie che stanno perdendo animali d’affezione considerati come membri della famiglia scelgono la cremazione come atto d’amore. Non dimenticare mai questo particolare nella tua strategia di comunicazione e nei messaggi promozionali che divulghi. Esistono delle urgenze e delle priorità, ovviamente. Hanno bisogno di trovare subito un numero di telefono da chiamare, se se ne dovranno occupare loro. Se se ne dovrà occupare il veterinario di fiducia, è bene che l’opinione del veterinario al riguardo sia quanto più rassicurante possibile, in modo tale che possano “sedersi” sull’informazione, lasciarsi guidare e affidarsi consapevoli e convinti. Il loro momento è solo quello di abbandonarsi al dolore e all’amore.

Quindi il lavoro di comunicazione che si prospetta è su due fronti:

  • Digitale: posizionandosi sempre meglio in Google, con e senza le ADS
  • Commerciale: instaurando un buon numero di collaborazioni fiduciarie con veterinari di zona, cliniche ed invianti possibili.

In seconda battuta, devi capire che una famiglia può ritornare ad essere tua cliente ma potrebbero volerci degli anni perché non è detto che abbia un altro animale in casa e che questo muoia nel giro di poco tempo. Può essere, però, un’ottima sponsor dei tuoi servizi attraverso il passaparola. Il passaparola si crea sia con l’esperienza diretta, sia con le informazioni importanti date nei canali adeguati. Questa caratteristica del modello di business (lavori all’80% sul nuovo cliente ogni giorno), ti porta a dover considerare come coltivare il cliente acquisito. Perché, se è vero che, molto probabilmente, non comprerà da te subito una nuova cremazione, potrebbe comunque aver bisogno dei tuoi servizi accessori (per esempio la psicoterapia post lutto).

Contenuti personalizzati, liste e-mail e Facebook Marketing

La morte è un tema che fa paura. E’ delicato da trattare e può ferire sensibilità. Però è un tema connesso alla vita, all’amore, al senso profondo del nostro stare al mondo e quindi entra di diritto nella strategia di comunicazione soprattutto se è “il core business” su cui si regge il tuo sostentamento. Se prendiamo come esempio Taffo Pompe Funebri, la morte viene trattata con ironia ed è anche utilizzata come monito per sensibilizzare ai buoni comportamenti (contro l’alchool e la guida, sull’uso delle mascherine per il Covid etc.).

Un piano di comunicazione e un piano editoriale per un attività di cremazione di animali d’affezione può includere tantissimi contenuti di valore, che vanno sia ad aiutare le persone ad elaborare le emozioni e l’addio, sia ad informare, attivare, incuriosire. Attivare una newsletter ha senso nel momento in cui la tua attività propone servizi aggiuntivi, che possono essere acquistati oltre la cremazione. Diventa, quindi, canale di supporto alla persona e non semplice volantino digitale di offerte in stile supermercato macabro.

Ciò che conta è: come vuoi essere utile ai tuoi clienti, a quelli che ti hanno già scelto e a quelli che hanno iniziato a conoscerti, non hanno bisogno ora di te ma potrebbero sceglierti in futuro? Su quale piano vuoi arrivare loro? Solo sull’urgenza oppure anche nel momento della vita vera insieme al proprio animale?

Sono risposte strategiche, che direzionano i passi di comunicazione e portano risultati importanti sul lungo periodo. Se hai bisogno di una mano per studiare una strategia di comunicazione capace di distinguerti e posizionarti al meglio online e offline, nel tuo territorio, sono a tua disposizione. Compila i campi e riceverai risposta entro breve!

Grazie per avermi contattato! Ti rispondo dal lunedì al venerdì, dalle 15:00 alle 17:00.