Home » Blog » Impresa digitale » Che cos’è e a cosa serve il business plan

Che cos’è e a cosa serve il business plan

business plan natura

Che cos’è e a cosa serve il business plan? Chissà quante volte te lo sei chiesta! O, magari, hai una vaga idea di cosa potrebbe essere ma, se lo dovessi spiegare con parole tue, non ti sentiresti sicura di quello che andresti a dire. Forse, però, qualcuno ti ha detto – senza spiegarti troppo – che ti potrebbe servire e che ti potrebbe aiutare a fare impresa.

Il business plan è il tuo documento più fondamentale perché mette nero su bianco la tua idea d’impresa. Attraverso questo documento, esprimi testualmente tutto quello che riguarda la tua fantasia. La rende reale e fattibile individuando i passi corretti per realizzare il tuo macro progetto, pensando alle persone che ne beneficeranno e agli sviluppi futuri.

Esempi di business plan

Esistono diversi esempi di business plan, con nomenclature più o meno forbite nelle sezioni interne. Puoi stenderlo completo o snello e questo dipende dalla prolissità delle descrizioni e dal suo utilizzo pratico nella tua vita professionale. Le aree stabili sono sempre:

  • Descrizione generica del soggetto
  • Descrizione dettagliata dell’idea d’impresa
  • L’esplorazione dei prodotti o servizi
  • Analisi del settore e analisi di mercato
  • Strategia di marketing
  • Comunicazione
  • Struttura dell’impresa da un punto di vista umano e professionale
  • Il piano operativo per realizzare l’impresa
  • L’analisi finanziaria (entrate/uscite)

Il business plan per libere professioniste

Ma serve anche a me, che sono libera professionista? Sì, serve anche a te ed è uno strumento diverso dal Business Model Canvas. Quest’ultimo, infatti, fotografa in maniera creativa e sintetica l’idea di business lavorando sull’attualità. Però è uno strumento creativo, d’impatto visivo.

Il business plan ha una progettualità su più anni.

Puoi indicare come vuoi sviluppare il tuo progetto da qui ai prossimi tre, cinque, dieci anni e questo ti aiuta a pensarti sul lungo periodo, immaginarti strutturata e ti obbliga a ragionare in termini pro attivi per dare solidità ai tuoi desideri. Concretezza.

Questo lasso di tempo è ampio e può succedere di smarrire la via, perdere la bussola: ecco che il business plan ti viene in soccorso e ti ricorda la tua vision, la tua mission, il tuo target, le peculiarità del tuo progetto. Per questo è importante scriverlo, stamparlo e conservarlo come file modificabile: perché, da una parte, come storico e come guida, diventa un affidabile compagno nell’impostare la tua programmazione mensile, settimanale e giornaliera delle azioni da fare per raggiungere i tuoi obiettivi. E, dall’altra, ti permette di nutrire la tua impresa con eventuali finanziamenti.

Business plan e richieste di finanziamento

Esistono alcuni bandi regionali e nazionali oppure ancora europei che erogano fondi alle nuove imprese, sia start up, femminili o partite IVA in pronta partenza, a fronte della presentazione della documentazione necessaria per motivare la richiesta di fondi. Queste richieste, di solito, coprono parzialmente costi di digitalizzazione (consulenze, acquisto software, acquisto materiali e macchinari etc.) e costi di struttura (affitti, ammodernamento, ristrutturazione, adeguamento antisismico etc.).

L’essenziale, per accedere a questi fondi, è compilare in maniera corretta la documentazione; tra i vari documenti richiesti, spesso il business plan è uno di quelli imprescindibili. Questo accade anche per i finanziamenti richiesti alle banche relativamente progetti d’impresa: nessuna banca ti darà mai un euro senza sapere a cosa serviranno i suoi soldi e se darti il suo nome le porterà benefici pubblicitari sul lungo periodo! Soprattutto, nessun finanziamento ti verrà mai erogato senza sostenibilità economica del progetto d’impresa e, per dimostrare che la tua idea è sostenibile e finanziabile, la sezione economica è fondamentale.

Equinozio: dalla fantasia al business plan

Ora che hai capito quanto sia importante per la tua crescita questo documento di tipo testo, puoi scegliere se documentarti in rete, scaricare i modelli disponibili e compilarlo da sola oppure aspettare il 22 settembre ed iscriverti al mio corso “Equinozio – Dalla fantasia al business plan“. Nel corso andremo ad indagare la tua idea di impresa e a scrivere insieme il tuo business plan.